Gli Etruschi

di:

didattica

I sarcofagi e gli affreschi delle necropoli etrusche ci raccontano la gioia di vivere di questo misterioso popolo che fondò la città di Roma, capitale di un Impero la cui grandezza è testimoniata da opere monumentali, da raffinate pitture e sculture, da realistici ritratti.

Gli-etruschi

Gli Etruschi furono un popolo dell’Italia antica vissuto tra il IX secolo a.C. e il I secolo a.C. in un’area denominata Etruria, corrispondente all’incirca alla Toscana, all’Umbria occidentale e al Lazio settentrionale e centrale, con propaggini anche a nord nella zona padana, nelle attuali Emilia-Romagna, Lombardia sud-orientale e Veneto meridionale, e a sud, in alcune aree della Campania.

La pianta delle città, il tempio italico e l’arco a tutto sesto: tre innovazioni che dagli Etruschi passeranno ai Romani. La città etrusca, circondata da mura, è organizzata intorno a due principali assi viari, secondo uno schema ripreso anche dai Romani: il cardo (nord-sud) e il decumano (est-ovest).

Tra gli edifici cittadini spicca il tempio italico, con un alto podio e il tetto a spioventi; le colonne sono tuscaniche.

La vita terrena è rievocata nelle tombe, che somigliano a case ricche di affreschi e di suppellettili.

Gli etruschi credono nella sopravvivenza nell’aldilà: per questo ricreano l’esistenza terrena nelle necropoli, che sono un vero e proprio specchio delle città dei vivi.

Gli scavi nelle necropoli hanno portato alla luce tombe di diversa struttura: a tumulo, a ipogeo, a edicola, a dado. Le tombe più lussuose imitano le abitazioni reali; altre hanno le pareti affrescate. Tra gli oggetti rinvenuti, oltre ai sarcofagi, alle urne e ai canopi, ricordiamo specchi in bronzo e monili realizzati con la tecnica della granulazione.

La tomba dei Rilievi

La tomba dei Rilievi è una tomba ipogea etrusca risalente al IV secolo a.C., scoperta nella necropoli della Banditaccia a Cerveteri.

Conserva tutti gli arredi, gli oggetti che accompagnavano i defunti appesi alle pareti, e gli affreschi risultano ben conservati. La tomba è lunga 6 metri ed il soffitto arriva a 2 metri.

Scultura Etrusca

La scultura etrusca ha una funzione soprattutto religiosa o funeraria. I sarcofagi, in pietra o in terracotta (policroma), rappresentano sul coperchio un divano con il defunto disteso sul fianco. Oltre alla pietra, gli scultori etruschi prediligono la lavorazione dei metalli (in particolare il bronzo) e della terracotta

I Commenti sono chiusi.