Il Pantheon

di:

didattica

Il Pantheon (dal greco “tutti gli dei”)  è un tempio dedicato a tutte le divinità.  Fu fatto ricostruire dall’imperatore Adriano tra il 120 e il 124 d.C., dopo che alcuni incendi avevano danneggiato la costruzione precedente di età augustea.

Video pubblicato dal MiBACT – Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

E’ un capolavoro di ingegneria in cui il primo elemento che colpisce è la grande cupola a cassettoni, la più vasta mai costruita senza l’uso del cemento armato.

La cupola, ha un diametro di 43 metri e dallo spessore di oltre 6 metri, ed è realizzata in calcestruzzo, una pasta di malta (calce+sabbia+acqua) e frammenti di mattoni e piccole pietre.

477px-Pallarch4-1 Il Pantheon
Andrea Palladio, I quattro libri dell’architettura, sezione con la cupola (1570)

Salendo verso l’alto il materiale diventa più leggero perché al calcestruzzo viene mescolata la pietra pomice, una pietra lavica leggerissima. L’effetto di leggerezza è dato anche dalla decorazione a cassettoni o lacunari.

L’oculo al centro della cupola è l’unica fonte di luce esterna dell’edificio.
Ha un diametro di 9 metri e consente ai raggi del sole di illuminare l’ambiente disegnando sul pavimento un cerchio luminoso.

“Il Ogni 21 aprile, a mezzogiorno, il sole entra nell’oculus del Pantheon con un’inclinazione tale da creare un fascio di luce che centra perfettamente il portale d’ingresso. A quell’ora esatta, quando l’Imperatore varcava la soglia del tempio, tutto il suo corpo era immerso nella luce. Uno dei primi grandi effetti speciali della Storia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.